Social Wall

Our social wall

This is Dimora Monsignore’s website. It’s not always about the ‘room’. It’s about the special stories of moments and good memories. A picture is worth a thousand words.
Come travel with us
Facebook
Instagram
  • Pavimenti di lastre di pietra
e di ciottoli di fiume,
muri di malta e
di arenaria logorati
dal vento di maestrale
e consumati dalla salsedine
di mille tempeste.
  • Camminare per i vicoli del Borgo Antico di Termoli è straordinariamente suggestivo e coinvolgente. 
Sono cunicoli che fendono le vecchie case e si addentrano fra di esse quasi a ferirle nel loro silenzio centenario.
Sono una sorta di piccoli labirinti che nascondono le storie di antiche, innumerevoli generazioni.
  • Quando standovi sotto
si solleva lo sguardo!
In mezzo alle case basse
del Borgo Antico,
si eleva come un gigante
ad attestare la fede e la religione delle passate generazioni.
La Cattedrale di Termoli
  • *** 3/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 2/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 1/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • Un albero, fatto di buoni ricordi e momenti felici trascorsi insieme. 
L’abbiamo chiamato l’albero di Natale dei ricordi, ed è realizzato con le foto bellissime dei nostri Ospiti.
🎄 Auguri 2018 🎄
  • Quando il Parrozzo è ben freddo, fondere il cioccolato a bagnomaria e versarlo sul dolce, ricoprendolo ... ed è subito Natale! #christmas … e voi cosa state preparando per il Natale?
  • Alla bellezza non bisogna mai abituarsi né darla per scontata. Bisogna aspettarla, cercarla e, quando la so trova, lasciarsene sorprendere e godersela.
Pinterest
Dimora Monsignore b&B

Dimora Monsignore B&B

Il sogno di un’accoglienza semplice costruita tra il colore e il profumo della mia famiglia: di lenzuola bianche stese al sole, dalla mia mamma, per un letto morbido e profumato per gli ospiti.

Viaggio a bordo di un Caicco con Sveva e Federico alla scoperta delle Isole Tremiti

1 agosto 2017/Itinerari

Viaggio a bordo di un Caicco con Sveva e Federico

alla scoperta delle Isole Tremiti

A luglio siamo andati a visitare le Isole Tremiti, un arcipelago di rara bellezza che pare sorgere dal mare all’improvviso, quasi isolato e perduto! Il più bel paesaggio visto in vita mia. Una emozione indescrivibile!

Quando l’indomani scendiamo dalla camera Castello nella saletta, era già tutto pronto. Una colazione ben servita e senza fretta di alzarsi dal tavolo era un ottimo modo di iniziare la giornata!

Sveva, seduta comodamente nella saletta della colazione, si sentì su gli occhi due mani fresche, un’aura profumata sul viso, e sui capelli, un sussurro … un bacio. Alzò la mano ad accarezzare il viso chino sopra di lei.

Dove sei andato questa mattina?” chiese a Federico.
Federico era solito mettere la sveglia un’ora prima; per visitare i luoghi con le luci dell’alba, e macchina fotografica in spalla, coltivare la sua passione.
Avevamo tutto il tempo. “Io ho preso un cappuccino e una fetta di crostata” disse Sveva.
Neanche a dirlo, Federico aveva il piatto pieno con tre tipi di torte!
Avevamo praticamente finito per assaggiare tutto.

Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti

Ci dirigiamo a piedi al porto, in tempo per il traghetto delle 9,00. In largo anticipo alla biglietteria, abbiamo tutto il tempo per imbarcarci, muniti di cerotti e pastiglie … non si sa mai! Scegliamo un posto comodo sulla Motonave, che ci avrebbe portato alle Tremiti.

Federico non era molto informato sulle Tremiti; oltre a sapere che erano Isole, sapeva solo, per averlo letto nella sua guida turistica, che erano nel mezzo dell’Adriatico, piene di grotte. Il quartiere dove stava la sua casa era un quartiere moderno, e di grotte e di calette non c’è n’era neanche l’ombra.

Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti
Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti

Il profilo di San Domino da lontano ci sembrava un’onda fatta di roccia bianca a strapiombo sul mare e verde scuro, con la sua fitta vegetazione di pini d’Aleppo e macchia mediterranea.

Quando dopo un’ora di traversata, sbarchiamo al porto di San Dominonell’aria un sottofondo musicale speciale! “Dice che era un bell’uomo e veniva dal mare, parlava un’altra lingua però sapeva amare …”

All’ardua scelta tra visitare i fondali o salire in paese a San Nicola, ci facciamo consigliare dalla nostra “guida”!

Ciò che consiglio è di fare una vacanza della conoscenza, per ricostruire la memoria storica dell’arcipelago, protagonista, nei secoli scorsi, di rilevanti avvenimenti storici. Queste isole sono così ricche di storia, di cultura e di leggende che vale la pena conoscerle per poterne godere a pieni mani” Lucio Dalla

All’ardua scelta tra visitare i fondali o salire in paese a San Nicola, ci facciamo consigliare dalla nostra “guida”! “Ciò che consiglio è di fare una vacanza della conoscenza, per ricostruire la memoria storica dell'arcipelago, protagonista, nei secoli scorsi, di rilevanti avvenimenti storici. Queste isole sono così ricche di storia, di cultura e di leggende che vale la pena conoscerle per poterne godere a pieni mani" Lucio Dalla
Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti

Il tempo vola. L’orologio indica le cinque in punto. Sveva, assorta ad ammirare il panorama meraviglioso sull’arcipelago dall’alto di San Nicola, guardò il compagno in silenzio ed indicò che era arrivato il momento di scendere al porto.

Non potevano certo mancare al cocktail di benvenuto, offerto a bordo del Caicco.

Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti
Viaggio a bordo di un Caicco alla scoperta delle Isole Tremiti
Il profilo di San Domino da lontano ci sembrava un’onda fatta di roccia bianca a strapiombo sul mare e verde scuro, con la sua fitta vegetazione di pini d’Aleppo e macchia mediterranea. Quando dopo un’ora di traversata, sbarchiamo al porto di San Domino … nell’aria un sottofondo musicale speciale! “Dice che era un bell'uomo e veniva dal mare, parlava un'altra lingua però sapeva amare …”

Ma lascia perdere” “Ma chi ve lo fa fare” “Vi sentirete male”… Queste le premesse. Tutti scettici! Noi, più incoscienti che spavaldi, da bravi temerari abbiamo deciso di tentare questa avventura. Una bella novità! Una settima a bordo di un fantastico Caicco! Come sarà?

Ma questa è un’altra … storia!

Comments

comments

© 2012 - 2018 Dimora Monsignore B&B. All Rights Reserved. / C.F.: PTR NCL 69H14Z112L /Privacy/ Cookie Policy / Custom Design by 2ndself
Leggi articolo precedente:
Eddie Lang Festival 2017 Monteroduni
Eddie Lang Jazz Festival 2017: il programma della XXVII edizione

Chiudi