Social Wall

Our social wall

This is Dimora Monsignore’s website. It’s not always about the ‘room’. It’s about the special stories of moments and good memories. A picture is worth a thousand words.
Come travel with us
Facebook
Instagram
  • Pavimenti di lastre di pietra
e di ciottoli di fiume,
muri di malta e
di arenaria logorati
dal vento di maestrale
e consumati dalla salsedine
di mille tempeste.
  • Camminare per i vicoli del Borgo Antico di Termoli è straordinariamente suggestivo e coinvolgente. 
Sono cunicoli che fendono le vecchie case e si addentrano fra di esse quasi a ferirle nel loro silenzio centenario.
Sono una sorta di piccoli labirinti che nascondono le storie di antiche, innumerevoli generazioni.
  • Quando standovi sotto
si solleva lo sguardo!
In mezzo alle case basse
del Borgo Antico,
si eleva come un gigante
ad attestare la fede e la religione delle passate generazioni.
La Cattedrale di Termoli
  • *** 3/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 2/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 1/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • Un albero, fatto di buoni ricordi e momenti felici trascorsi insieme. 
L’abbiamo chiamato l’albero di Natale dei ricordi, ed è realizzato con le foto bellissime dei nostri Ospiti.
🎄 Auguri 2018 🎄
  • Quando il Parrozzo è ben freddo, fondere il cioccolato a bagnomaria e versarlo sul dolce, ricoprendolo ... ed è subito Natale! #christmas … e voi cosa state preparando per il Natale?
  • Alla bellezza non bisogna mai abituarsi né darla per scontata. Bisogna aspettarla, cercarla e, quando la so trova, lasciarsene sorprendere e godersela.
Pinterest
Dimora Monsignore b&B

Dimora Monsignore B&B

Il sogno di un’accoglienza semplice costruita tra il colore e il profumo della mia famiglia: di lenzuola bianche stese al sole, dalla mia mamma, per un letto morbido e profumato per gli ospiti.

Weekend d’autunno in Molise: nella città romana di Sepino Altilia

10 agosto 2018/Itinerari

Sepino Altilia

una città romana nel cuore del Molise

Altilia è il più importante sito archeologico del Molise. È una piccola città romana dell’inizio del I secolo d.C., conosciuta con il nome antico di Saepinum, situato sul tratturo che da Pescasseroli in Abruzzo arrivava a Candela in Puglia.

Cominciamo questo viaggio di fine estate alla scoperta dei luoghi più rappresentativi della nostra piccola regione: il Molise. E l’autunno è, senza dubbio, la stagione più adatta, con le sue temperature, a lunghe camminate su itinerari “fuori dai luoghi comuni”

Soprattutto seguiremo le vie degli antichi tratturi, percorsi in passato da mandrie, pastori, greggi e viandanti. Ci avventureremo alla scoperta di un Molise ricco di storia, natura, cultura e arte. Il Molise delle aree archeologiche, lasciate dal fiero popolo sannita, dei piccoli borghi, della natura lussureggiante ed incontaminata, e degli affascinanti Castelli.

Il cardo e il decumano: i due assi viari perpendicolari.

Altilia è l’antica zona archeologica della città romana di Saepinum. Essa si apre all’incrocio di due importanti strade: la strada che collega Matese alla costa adriatica e il tratturo Pescasseroli-Candela. Complessivamente, occupa un’area di circa 12 ettari e si tratta di una degli insediamenti archeologici più importanti di tutta l’Italia centrale.

Tutta l’area è circondata da una cinta muraria commissionata dall’Imperatore Augusto ai suoi due figli, Tiberio e Druso. La cinta muraria è interrotta da ben quattro porte: Porta Boiano, Porta Tammaro, Porta Benevento, Porta Terravecchia. Si ergono 35 torri, delle quali oggi sono visibili solo 27. Inoltre la zona archeologica si articola, come molte città romane dell’antichità, intorno al cardo e al decumano, i due assi viari perpendicolari.

Weekend d’autunno in Molise: la città romana di Sepino Altilia
Weekend d’autunno in Molise: la città romana di Sepino Altilia

E allora immergetevi nelle rovine dell’antica Saepinum con la basilica, il foro e l’anfiteatro romano.
Naviga la zona archeologica in 3D con la galleria virtuale! Ruota il mouse a 360°, e cambia prospettiva di vista cliccando suoi “marcatori” dell’immagine!

Weekend d’autunno in Molise: la città romana di Sepino Altilia

Certamente, al visitatore attento e curioso, Sepino Altilia offre visitatore un percorso fra i luoghi più tipici di una cittadina romana: il teatro, il foro, la basilica, la cinta muraria con le porte di accesso.

E se allora l’idea di visitare Altilia vi ha incuriositi e vi piacerebbe prendere parte ad un itinerario archeologico in questa terra meravigliosa e suggestiva, potete contattare ME.MO. Cantieri Culturali di Sepino memosepino@gmail.com, mob. +39.3294593123. Giovani professionisti della cultura, che si occupano della promozione e della valorizzazione del patrimonio culturale molisano. Sicuramente vi racconteremo di questa Associazione in qualche altro post.

Vi aspettiamo nella città romana di Altilia!

Comments

comments

© 2012 - 2018 Dimora Monsignore B&B. All Rights Reserved. / C.F.: PTR NCL 69H14Z112L /Privacy/ Cookie Policy / Custom Design by 2ndself
Leggi articolo precedente:
XXXV Festival Internazionale del Folklore 2018
Termoli, XXXV Festival Internazionale del Folklore 2018: suoni e colori dal mondo

Chiudi