Social Wall

Our social wall

This is Dimora Monsignore’s website. It’s not always about the ‘room’. It’s about the special stories of moments and good memories. A picture is worth a thousand words.
Come travel with us
Facebook
Instagram
  • Pavimenti di lastre di pietra
e di ciottoli di fiume,
muri di malta e
di arenaria logorati
dal vento di maestrale
e consumati dalla salsedine
di mille tempeste.
  • Camminare per i vicoli del Borgo Antico di Termoli è straordinariamente suggestivo e coinvolgente. 
Sono cunicoli che fendono le vecchie case e si addentrano fra di esse quasi a ferirle nel loro silenzio centenario.
Sono una sorta di piccoli labirinti che nascondono le storie di antiche, innumerevoli generazioni.
  • Quando standovi sotto
si solleva lo sguardo!
In mezzo alle case basse
del Borgo Antico,
si eleva come un gigante
ad attestare la fede e la religione delle passate generazioni.
La Cattedrale di Termoli
  • *** 3/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 2/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • *** 1/3 ***
L'unica cosa che possiamo fare per darvi modo di comprendere la bellezza del tramonto sulle spiagge di Termoli, è mostrarvi una foto ... anzi tre foto!
  • Un albero, fatto di buoni ricordi e momenti felici trascorsi insieme. 
L’abbiamo chiamato l’albero di Natale dei ricordi, ed è realizzato con le foto bellissime dei nostri Ospiti.
🎄 Auguri 2018 🎄
  • Quando il Parrozzo è ben freddo, fondere il cioccolato a bagnomaria e versarlo sul dolce, ricoprendolo ... ed è subito Natale! #christmas … e voi cosa state preparando per il Natale?
  • Alla bellezza non bisogna mai abituarsi né darla per scontata. Bisogna aspettarla, cercarla e, quando la so trova, lasciarsene sorprendere e godersela.
Pinterest
Dimora Monsignore b&B

Dimora Monsignore B&B

Il sogno di un’accoglienza semplice costruita tra il colore e il profumo della mia famiglia: di lenzuola bianche stese al sole, dalla mia mamma, per un letto morbido e profumato per gli ospiti.

Itinerari per una primavera in Molise: tra i borghi “Bandiera Arancione” del Touring Club

16 febbraio 2018/Itinerari

quattro borghi del Molise “Bandiera Arancione

Scapoli, Agnone, Frosolone e Ferrazzano

Le giornate si allungano, ci si toglie di dosso qualche maglione invernale, e con le prime giornate di sole siamo un po’ tutti più allegri. La primavera regala il buon umore.
Certo è, che se sei arrivato fin qui, e perché hai voglia di conoscere qualcosa in più dei borghi del Molise e forse, perché no, voglia di organizzare un weekend con amici o in famiglia.

Ecco allora qualche idea per un weekend di primavera in Molise. La possibilità di visitare due dei quattro borghi (Scapoli, Agnone, Frosolone e Ferrazzano) insigniti dal Touring Club con il marchio “Bandiera Arancione”. Riconoscimento che premia i piccoli borghi italiani di eccellenza, pieni di fascino, storia e sapori unici.

I percorsi che proponiamo si estendono tra l’Adriatico e l’Appennino, in un territorio di dolci colline e vallate, costellato di piccoli centri. Qui le tradizioni ed i genuini sapori d’un tempo si mescolano a testimonianze storiche spesso inaspettate. Per chi ama le sorprese, e posti un po’ lontani dai flussi turistico culturali più noti, siete giunti nel posto giusto.

Scapoli, e il suono della zampogna

Scapoli, è un borgo di appena 700 anime in provincia di Isernia, circondato da una natura di una bellezza selvaggia. A ridosso delle Mainarde e della Valle del Volturno, affascina per un territorio ricco di bellezze naturali, che rientra nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Un dedalo di vicoli stretti tra antiche case in pietra e un Cammino di Ronda a cui si accede dall’androne antistante l’ingresso principale del Palazzo detto Sporto. Di qui si intraprende il percorso a 360°, che segue il profilo della roccia su cui sorge il borgo di Scapoli. Una passeggiata suggestiva, che consente di scrutare all’orizzonte le cime delle Mainarde e guardare di notte le stelle.

Tra le molte case abbandonate del borgo, non perdetevi l’occasione di visitare le botteghe artigiane e il Museo della Zampogna. Perchè la fama di Scapoli nel mondo è legata a questo strumento musicale antico, tramandato per secoli, attraverso il lavoro degli artigiani locali. Una passione per questi strumenti che culmina nell’ultima domenica di luglio, quando i suonatori di tutto il mondo si ritrovano qui per il Festival Internazionale della Zampogna.

Agnone, il borgo delle campane

Per raggiungere il borgo di Agnone, dobbiamo entrare nel cuore dell’alto Molise Durante il tragitto si attraversa un territorio con tanto verde, boschi d’abete, fiumi, e percorsi di antichi tratturi.

Agnone e le sue campane: un binomio inscindibile. La Pontificia Fonderia Marinelli è la più antica fonderia di campane in Europa; un’arte che si tramanda dal Medioevo. La prossima volta che salite su un campanile o una torre, date un’occhiata alle campane: potrebbe provenire dal Molise. Tra le sette campane collocate sulla Torre di Pisa, indovinate qual è la più bella? Ma per conoscere meglio questa millenaria storia, è necessaria sicuramente una visita al Museo della Pontificia fonderia di campane Marinelli. Un viaggio nella memoria.

Ma la scoperta che riserva questo borgo è una passeggiata tra i vicoli del centro storico; tra le vecchie botteghe veneziane a P rovesciata. Si avete letto bene “botteghe veneziane” in Molise. Nel 1139 la potentissima famiglia Borrello, Conti di Pietrabbondante e capitani di ventura di Venezia, portarono qui un notevole numero di soldati e artigiani veneziani. Probabilmente provenienti dalle colonie dalmate della Serenissima.

Una passeggiata che ci porta ad apprezzare l’architettura del borgo stesso. una struttura medievale, con numerose chiese che spiccano all’orizzonte. Tra le quattordici chiese, vi segnaliamo le più meritevoli. Sant’Emidio (XIV sec.), dalla elegante facciata con un artistico portale gotico, San Marco Evangelista (XII sec.) e San Francesco (1343), dichiarata monumento nazionale.

A fine serata, ci spingiamo fino al belvedere e la natura dà spettacolo coi suoi colori al tramonto. Decidiamo di chiudere tutti e due gli occhi per qualche attimo ed ascoltare la natura che ci circonda respirando il profumo dell’aria.

Magari la prossima volta, vi parliamo degli altri due borghi con il marchio “Bandiera Arancione”: Frosolone e Ferrazzano … ma questo è un altro viaggio!

Comments

comments

© 2012 - 2018 Dimora Monsignore B&B. All Rights Reserved. / C.F.: PTR NCL 69H14Z112L /Privacy/ Cookie Policy / Custom Design by 2ndself
Leggi articolo precedente:
Le Giornate Fai 2018 di primavera in Molise
Giornate Fai 2018: primavera in Molise

Chiudi